martedì 3 giugno 2014

Shanghai Suite (recensione)

La vita cosmopolita di Shanghai negli anni '30 nei racconti dei grandi scrittori cinesi del Primo Novecento. Era la "Parigi d'Oriente", un mix vertiginoso di glamour, squallore, decadenza, intrighi e disordini politici.


Secondo volume per la collana Asiasphere diretta da Gianluca Coci per l'editore Atmosphere Libri.
In questa raccolta di racconti di vari autori cinesi dei primi anni del Novecento abbiamo il piacere di addentrarci nell'intimità di una splendida Shanghai e dei suoi unici personaggi protagonisti di queste storie. Nonostante siano i personaggi femminili che in qualche modo legano questi racconti, anche attraverso i ruoli mashili qui rappresentati abbiamo di fronte un quadro completo di quanto accadeva nei luoghi e nei quartieri più frequentati della città, ovvero night club, locali alla moda con musica occidentale, trattorie, stazioni del treno...
Shanghai è il sottofondo di queste brevi perle narrative e le sue descrizioni ci aiutano a rendere più efficaci anche le figure dei vari protagonisti, impegnati nel frenetico svolgersi della loro vita.

Grande importanza è stata data alla traduzione di tutti i racconti, curata da più esperti che non si sono limitati ad un lavoro personale ma hanno avuto l'ottima idea di condividere i propri testi per trovare la migliore traduzione. Anche per questo il risultato è davvero unico e interessante.

Per saperne di più sul libro CLICCA QUI


Nessun commento:

Posta un commento