venerdì 20 gennaio 2012

Totto-chan

Totto-Chan, la bambina alla finestra

Totto-Chan, un po' Gian Burrasca un po' Piccolo Principe è una bambina di sei anni che vive nel Giappone dei primi anni '40. I suoi genitori la iscrivono a una scuola molto particolare, dove l'apprendimento avviene attraverso il gioco e dove gli alunni imparano il rispetto di se stessi e degli altri, il piacere della scoperta, la musica e il valore dell'amicizia.
Tutte cose molto strane in quel Giappone rigido e irregimentato. Ma nella scuola di Tomoe i bambini scoprono anche l'intolleranza e la perdita delle persone care, finché la Seconda Guerra Mondiale non metterà fine a quel sogno radendo al suolo la scuola.
Originariamente pubblicato a puntate sul «Kodansha's Young Woman Magazine» nel febbraio '79, questo delizioso racconto autobiografico, farcito di divertenti
e toccanti aneddoti, è stato tradotto in diciotto lingue ed è diventato un best-seller planetario che ha ispirato la più popolare serie TV giapponese.
«Non c'è cosa peggiore di occhi che non sanno vedere la bellezza, orecchie che non sanno apprezzare la musica e un cuore che non conosce l'amore».

Tetsuko Kuroyanagi
Tetsuko Kuroyanagi, figlia di un celebre violinista, è il personaggio più noto della televisione giapponese. Ambasciatrice dell'UNICEF in Asia ed esponente
di spicco del Worldwide Fund for Nature, ha studiato recitazione a New York e il suo talk show Tetsuki Room, da oltre vent'anni il programma più seguito della
TV giapponese, ha ottenuto numerosi riconoscimenti. Le sue opere sono tradotte in quindici lingue.


Acquista

Nessun commento:

Posta un commento