sabato 13 febbraio 2016

La vita da sogno di Champa il tibetano

http://www.amazon.it/gp/product/8865641754/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=8865641754&linkCode=as2&tag=labibldellest-21
di Chan Koonchung 

La mia ambizione era di scrivere un romanzo antiromantico sul Tibet. Non volevo scrivere di questo posto in stile Shangri-La, spirituale ed esotico
. Chan Koonchung

La vita è semplice per Champa, un giovane tibetano. Ha un buon lavoro come autista nella sua città natale di Lhasa, e se il suo capo cinese Mei è un po’ prepotente, beh, si può capire che, lei è una seria collezionista d’arte – dopo tutto.
E lo fa arrivare a guidare la sua enorme Toyota. Quando comincia a dormire con il suo capo, la vita diventa un bel po’ più complicata. Improvvisamente la vita sessuale di Champa è al di là dei suoi sogni più sfrenati. Ma poi Mei porta a casa una statua di Tara una statua che brilla con squisita bellezza femminile – e improvvisamente – la vita non è semplice per tutti, così Champa fugge per Pechino alla ricerca della propria ispirazione, rubando la Toyota e l’iPhone di Mei e lasciandola arrabbiata e in cerca di vendetta. La vita da sogno di Champa il tibetano è un allegro romanzo di strada bordo-colmo di sensualità e pericolo. L’ottimismo e l’umorismo che sottende il suo eroe è un quadro sconvolgente di razzismo e di giustizia sommaria nella moderna Pechino.

In Cina il suo romanzo precedente era illegale ma lettissimo. Tradotto come “Il demone della prosperità” (Longanesi, 2012), aveva un intreccio fantapolitico che prendeva di mira l’amnesia di regime imposta su fatti come la strage di Tienanmen. Ora Chan Koonchung affida alla vicenda dell’autista Champa, trastullo sessuale di una donna d’affari cinese a Lhasa, una riflessione in forma narrativa sull’identità tibetana. Un tema sensibile. E la trama continuerà fuori dal libro. La Lettura, Corriere della Sera

Un'esplorazione del rapporto tra la Cina e il Tibet, ha la stoffa di un romanzo di culto. Publishing Perspectives



L'AUTORE
Chan Koonchung è nato a Shanghai e cresciuto a Hong Kong. Ha fondato e diretto importanti riviste di lifestyle, fondato canali satellitari, siti internet e prodotto serie televisive. Autore di diversi saggi e di alcuni racconti, con il suo primo romanzo, il distopico "Il demone della prosperità" Longanesi, 2012) («Una metafora onnicomprensiva per l’incombente superpotenza di oggi». Observer) è stato acclamato e) pubblicato in tredici lingue. "La vita da sogno di Champa il tibetano" è il suo secondo romanzo, pubblicato in Cina con il titolo di Luo Ming 裸命, già tradotto in inglese con il titolo "The Unbearable Dreamworld of Champa the Driver". Chan Koonchung vive a Pechino.

IL LIBRO

Nessun commento:

Posta un commento