mercoledì 10 giugno 2015

Sull'Haiku

http://www.amazon.it/gp/product/8897332986/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=8897332986&linkCode=as2&tag=labibldellest-21
di Yves Bonnefoy

O Barra O Edizioni

Con una nuova veste grafica e un nuovo layout interno, questo splendido editore a noi molto caro per le sue pubblicazioni a tema Oriente, ha da poco fatto uscire "Sull'haiku", un volume interessante per chi si vuole avvicinare o anche approfondire questo mondo.

Come Giangiorgio Pasqualotto scrive nelle pagine della prefazione, ciò che nel libro viene analizzato non è la storia letteraria dell'haiku, bensì qualcosa di ancor più interessante, ovvero il "miracolo" che esso realizza condensando una straordinaria ricchezza di contenuti in pochissime sillabe.
 
Il libro è diviso in quattro capitoli, o meglio in quattro saggi incetrati principalmente sulla figura di Matsuo Basho, ritenuto il primo dei più importanti compositori di haiku. Attraverso le sue riflessioni, l'autore Yves Bonnefoy, uno dei maggiori intepreti della poesia francese, analizzerà vari aspetti dell'haiku, tra i quali quello della traduzione, a noi molto caro.
L'ultimo capitolo del volume si intitola infatti "Si può tradurre un haiku?", e si sofferma sulle varie problematiche che si incontrano quando ci si imbatte nelle traduzioni occidentali delle diciassette sillabe dell'haiku. Come si può riuscire a rendere la poesia e l'incantevole atmosfera che l'haiku ha con se nella propria versione originale giapponese?

IL LIBRO

Nessun commento:

Posta un commento