domenica 15 marzo 2015

Il discorso del demone sulle arti marziali e altri racconti

di Issai Chozanshi

Nel Discorso del Demone sulle Arti Marziali, tradotto da Issai Chozanshi da un classico del XVIII secolo destinato ai samurai, un anonimo guerriero si reca sul monte Kurama, il regno tradizionale dei Tengu, demoni con lunghi nasi, metà uomini e metà uccelli.
Lì incontra una legione di tali demoni e, attraverso una serie di colloqui e discorsi spesso giocosi, essi gli rivelano i principi più profondi delle arti marziali e gli mostrano come i segreti dell’arte della spada impregnino di sé le verità della vita stessa.

Il libro inizia con i Discorsi, una raccolta di storie fantastiche sul tema della trasformazione, che per Chozanshi rappresenta un fenomeno centrale della pratica delle arti marziali.
Nella parte principale dell’opera, Il Discorso, Chozanshi dimostra come la trasformazione sia favorita e alimentata dal ch’i, la vitale e fondamentale energia che fluisce in tutte le cose. A tal fine, l’autore usa la voce dei Tengu, mentre il lettore è esortato ad ascoltare insieme al samurai le rivelazioni da parte del demone delle profonde verità concernenti il ch’i, i principi di yin e yang, per conoscere il modo in cui tali forze modellano la nostra esistenza.

Nel Messaggio, La misteriosa tecnica del gatto, i temi raggiungono un’elegante conclusione utilizzando la parabola di un vecchio gatto sdentato che, come il demone, ha appreso alla perfezione l’arte di agire senza fare affidamento su nulla, e nel far ciò è in grado, nonostante l’età avanzata, di afferrare perfino il più astuto e terribile dei topi.

Issai Chozanshi è lo pseudonimo di Niwa Jurozaemon Tadaaki, un samurai del feudo di Sekiyado di cui sappiamo poco ma è ovvio che egli conosceva bene la spada, la filosofia e l’arte, e aveva studiato in maniera approfondita il Buddhismo, il Confucianesimo, il Taoismo e lo Shintoismo; inoltre, sembra che avesse familiarità con le opere di Musashi e del monaco Takuan. I suoi scritti rappresentano una magistrale sintesi di queste filosofie e religioni, e Chozanshi chiarisce il significato centrale di ciascuna di esse per mezzo di istruzioni dirette sulle arti marziali o di divertenti e fantasiose storie che insegnano in modo più indiretto.

IL LIBRO

Nessun commento:

Posta un commento