mercoledì 12 novembre 2014

Lanterne rosse, di Tong Su

“Donne! Capaci di andare a fondo del cuore degli altri, ma incapaci di conoscere il proprio”

Per sfuggire alla povertà, la giovane Songlian accetta di diventare la quarta sposa del ricco Chen Zuoqian. Siamo nella Cina pre-rivoluzionaria, in un medioevo che stenta a morire, e fra le regole che governano la casa di Chen vi è quella che dà al marito la facoltà di scegliere la donna con cui passare la notte.
La bella Songlian non accetta passivamente la logica feroce della sua nuova condizione. L’inevitabile competizione con le altre mogli e il cerchio di solitudine che la imprigiona trasformano il suo coraggio e la sua protesta in armi spuntate, facendola cadere in una ineluttabile spirale di follia. Su Tong domina materia narrativa e scrittura donandoci, con lo straordinario personaggio di Songlian, una figura maestosamente incisa dentro il silenzio della Storia, eroina e vittima sacrificale. Da questo romanzo (precedentemente pubblicato con il titolo Mogli e concubine) il regista Zhang Yimou ha tratto l’omonimo film che ha segnato il definitivo ingresso della cinematografia cinese in Occidente e ha rivelato il talento dell’attrice Gong Li.

Su Tong, nato a Suzhou nel 1963, è tra gli scrittori oggi più noti in Cina e all'estero. La sua conoscenza dei classici e della poesia cinesi, e quella della letteratura straniera, ne fanno un autore raffinato, molto interessato alla sperimentazione linguistica. Membro dell'Associazione degli scrittori del Jiangsu, redattore della rivista ‟Zhongshan”, vive a Nanchino.
 
IL LIBRO

Copertina flessibile: 94 pagine 
Editore: Feltrinelli
CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO

Nessun commento:

Posta un commento