domenica 11 maggio 2014

Fuga dal Campo 14 (anteprima)


di Blaine Harden

"Quando vedo le immagini dell'Olocausto mi metto a piangere come un bambino. Sto ancora cercando di diventare, dalla bestia che ero, un uomo".
Shin Dong-hyuk

La storia avvincente e drammatica di Shin Dong-hyuk, l'unico uomo che sia ad oggi riuscito a fuggire dai terribili campi di prigionia della Nord Corea. La sua gura, e il libro che la racconta, sono diventati un caso internazionale, che ha costretto ne Nazioni Unite a costituire una Commissione d'indagine sui campi di prigionia nord-coreani,. Il Campo 14 è grande quanto Los Angeles, e visibile su Google Map: ma rimane invisibile agli occhi del mondo. Il crimine che Shin ha commesso è avere uno zio che negli anni Cinquanta è fuggito in Sud Corea, e nasce quindi nel 1982 dietro il filo spinato, dove la sua famiglia è stata rinchiusa. Non sa cosa sia l'affetto, e affronta le torture e la schiavitù con l'indifferenza di chi deve sopravvivere.
Ma dopo cinque anni di fuga e la conquista della libertà Shin deve affrontare la prova più difficile: fare i conti con le sue azioni, il dolore, e i ricordi.

Blaine Harden è scrittore e giornalista. Per quindici anni è stato corrispondente estero, in Africa, Europa e Asia per The Washington Post. Oggi collabora con il New York Times.

Il libro uscirà a settembre 2014 per Codice Editore (240 pp. 16,90 euro)


Nessun commento:

Posta un commento