venerdì 14 febbraio 2014

Tokyo orizzontale

http://www.amazon.it/gp/product/8856634376/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=8856634376&linkCode=as2&tag=labibldellest-21
di Laura Imai Messina

Se New York è una mela, Tokyo è un melograno. È dolce e sensuale, ma anche amara. In sé racchiude tanti chicchi, tutti schiacciati l'uno contro l'altro in una forzata convivenza, eppure sempre, inesorabilmente soli. A volte, però, qualche chicco si ribella; così può succedere che quattro giovani si incontrino per caso, una notte a Shibuya, il quartiere più folle della città, e decidano di avvicinarsi per provare a colmare quella invisibile distanza. Qualcuno lo fa per inseguire una favola d'amore, qualcun altro per lenire il dolore di un passato ingombrante, un altro ancora per cambiare vita e non farsi più trovare.
Sara, Hiroshi, Carmen e Jun desiderano invece trovarsi, in un incontro che è sesso ma anche qualcosa di più profondo e vitale. È salvezza. È calamita che allontana dall'abisso. È casa.
Tokyo orizzontale è la storia di un amore sprecato e di uno realizzato, e di una città immensa e piccolissima, insonne e paziente, gelida e sensuale.
Laura Imai Messina è una giovane italiana che vive a Tokyo da 10 anni. In questo suo romanzo d’esordio riesce a far emergere con sorprendente talento il fascino della metropoli: un intreccio di quattro personaggi le cui strade si intersecano in modo raffinato e sensuale.

Laura Imai Messina è nata a Roma nel 1981, si è laureata in Lettere all'Università La Sapienza e si è trasferita a Tokyo a 23 anni. Insegna italiano all'università ed è ricercatrice di letterature comparate.
Scrive nei caffè di Tokyo e durante gli spostamenti in treno tra le tante linee che attraversano la capitale. Abita nel quartiere di Kichijoji insieme a suo marito Ryosuke e alla cagnolina Gigia. Da qualche anno ha creato il blog Giappone Mon Amour www.lauraimaimessina.com/giapponemonamour che ha ormai un foltissimo gruppo di fedeli visitatori.
Tokyo orizzontale è il suo primo romanzo.

Pagine: 264
Editore: Piemme (11 febbraio 2014) 

Nessun commento:

Posta un commento