domenica 13 ottobre 2013

Pensando a mio padre

di Yan Lianke

Il grande sogno della Cina non esiste.
Pechino ha lanciato una campagna che mescola socialismo, riforme e nazionalismo. Yan Lianke è molto critico: "Siamo una nazione malata".


Il libro

Un contadino della remota provincia cinese del Henan lavora testardamente una terra avara, ora dopo ora, con la forza, la determinazione e la fatica dettate da una promessa fatta a se stesso:
costruire una grande casa col tetto di tegole per i suoi figli. Yan Lianke ci racconta con parole scabre come le pietre di un campo da dissodare la storia di suo padre, della sua famiglia, della sua infanzia povera e delle sue aspirazioni alla fuga verso un futuro piú aperto. Ma, soprattutto, ci racconta la nostalgia per un padre compreso troppo tardi, le cose non dette, le azioni mancate, insieme alla ricerca delle parole giuste che possano restituire, seppure in ritardo, il calore, la bellezza, la durezza della vita di una persona amata, che non deve e non può perdersi. Pervaso di grazia e di forza, il libro di Yan Lianke è un tributo alle radici, alla terra, alla lotta per la sopravvivenza, alla memoria e all’infanzia.

L'autore
Yan Lianke
, nato in Cina nella provincia contadina dell’Henan nel 1958, a 20 anni, non potendosi permetteredi proseguire la sua istruzione, sceglie la carriera militare e si occupa di redigere i testi della propaganda comunista. Laureatosi nel 1985, torna poco dopo alla vita civile, e comincia la sua carriere di scrittore, premiata con i due più prestigiosi premi letterari cinesi (Lu Xun e Lao She). Molti dei suoi lavori, tra i quali Servire il popolo (Einaudi, 2006) in cui prende in giro i precetti maoisti e Il sogno della città dei Ding (Nottetempo, 2011, finalista al Man Asian Literary Prize), nel quale denuncia l’epidemia di AIDS nelle campagne cinesi, sono stati sottoposti a censura in patria. Nel 2013 è stato tra i finalisti del Man Booker Prize.


  • Copertina flessibile: 162 pagine
  • Editore: Nottetempo (2013)
  • Collana: Narrativa
  • Lingua: Italiano
  • ACQUISTA cliccando qui

Nessun commento:

Posta un commento