venerdì 1 marzo 2013

I libri più letti in Giappone

I libri più letti in Giappone indicano voglia di evasione


Nei mesi successivi allo tsunami del 2011, con il conseguente rischio di una catastrofe nucleare, i giapponesi hanno comprato in massa libri che parlavano degli efetti della radioattività sulla vita quotidiana. Oggi la questione, tutt’altro che risolta, non interessa più i lettori in cerca di spiritualità e di evasione. In cima alle classiiche di vendita c’è infatti l’ultimo libro di Ikeda Daisaku, capo della potente setta Sōka Gakkai, movimento religioso di matrice buddista.
Ma per distrarsi i giapponesi scelgono soprattutto i romanzi polizieschi. Nella classiica dei libri più letti ci sono le opere di tre specialisti del genere: Hideo Yokoyama, Kanae Minato e Keigo Higashino. Higashino è famoso per titoli come Il sospettato X (Giunti 2012), in cui agisce il suo personaggio più noto, Manabu Yukawa, uno studioso di isica detective a tempo perso. Tra gli altri misteri che intrigano i lettori giapponesi, c’è la Corea del Nord. Kaoru Hasuike fu rapito dai nordcoreani nel 1978 ed è tornato in Giappone solo nel 2002. Di recente ha pubblicato la sua storia sconvolgente, in un libro in cui ripercorre i ventiquattro anni trascorsi sotto il regime di Pyongyang.

Odaira Namihei, Books
Internazionale n. 988

Nessun commento:

Posta un commento