martedì 31 luglio 2012

Satoshi Kon, il cinema attraverso lo specchio


a cura di: Enrico Azzano, Andrea Fontana e Davide Tarò
Il Foglio Letterario


Satoshi Kon, scomparso il 24 agosto 2010, è stato (assieme a Mamoru Oshii) il più bizzarro ed eccentrico dei protagonisti del cinema d’animazione giapponese nell’epoca di Miyazaki Hayao, come scrive Marco Muller  (direttore artistico della Mostra di Venezia) nella prefazione di questo volume.
Il libro, che ripercorre la storia dell’artista nipponico attraverso le sue opere e le sue esperienze nel campo dell’animazione e dei manga giapponesi, è suddiviso in due parti.

Nella prima parte vengono illustrate le opere che hanno reso famoso il regista in tutto il mondo, compresa l’Italia. Si parte con un focus on sull’imperdibile Perfect Blue (scritto da Brian Ruh), per poi passare all’altrettanto spettacolare Millennium Actress(di Alessia Spagnoli), proseguendo con Tokyo Godfathers (di Stefano Gariglio), Paranoia Agent (di Enrico Azzano), e infine Paprika (di Matteo Boscarol).

domenica 29 luglio 2012

Se sei triste guarda il cielo

di Toyo Shibata


La tenacia che non invecchia
Ganbatte (頑張って), tieni duro, fai del tuo meglio. Si dice ai ragazzi prima di un esame, agli atleti che devono affrontare una prova importante. Più dolce kujikenaide (挫けないで), non perdere la speranza, formula usata dalla centenaria Toyo Shibata (1911) per la sua prima raccolta di poesie pubblicata da Mondadori con il titolo "Se sei triste guarda il cielo". Un caso editoriale e una lezione: la vena poetica non invecchia.
(di Annachiara Sacchi, La Lettura del Corriere)

sabato 28 luglio 2012

Concorso Quota 1000 - Votazione


Innanzitutto grazie di cuore a tutti coloro che hanno partecipato al nostro secondo concorso e che seguono il blog e la pagina Facebook!


Abbiamo ricevuto delle foto davvero fantastiche, creative e originali, che siamo orgogliosi di condividere con tutti voi.

giovedì 26 luglio 2012

Il passato di Shoko - La recensione

Miyuki Miyabe
Fanucci Editore

Non si sfugge alla disperazione 

Voto: 4/5

Shoko sparisce poco prima delle nozze e il suo fidanzato chiede aiuto a un parente ex detective della polizia.
Ma quello che i due scoprono quasi subito è che la ragazza non è chi dice di essere. La vera Shoko è un'altra. Ora il mistero da risolvere diventa la vera identità della ragazza che si era spacciata per lei...
La domanda che è dietro il racconto è semplice: si può dire di conoscere veramente una persona, se non si conosce il suo passato?
E la risposta, quasi subito evidente, è no.
Il Passato di Shoko coniuga con maestria il tema della donna senza passato. L'indagine, vero cuore del romanzo, si snoda lungo tutto il racconto e rapisce per la semplicità dell'intreccio, una semplicità che però non rende certo facile comprendere le sfumature, almeno se non si è a conoscenza delle dinamiche più strettamente culturali di cui il racconto si fa portatore.

mercoledì 25 luglio 2012

Siberia (in)contaminata


di Danilo Di Gangi
Campanotto Editore

Siberia (in)contaminata accompagna il lettore in un lungo itinerario attraverso una delle più sconosciute fette di mondo per scoprirne il passato, gli antichi insegnamenti sciamanici, le tradizioni culturali e l’inquietante e grandioso paesaggio. I dialoghi - che intercalano il racconto - con le persone incontrate durante il percorso, restituiscono volti e pensieri a genti spesso dimenticate e stimolano profonde riflessioni sul nuovo ordine sociale che va costituendosi e sul sempre più precario rapporto tra uomo e natura. Per molto tempo simbolo di un paradiso inviolato, di terre desolate e luoghi di incomparabile bellezza, la Siberia è oggi al centro di drammatici giochi geo-politici che mettono a rischio la sopravvivenza degli abitanti e l’integrità del territorio, ancora una volta sfidato e minacciato dalla forza distruttiva degli interessi economici.

lunedì 23 luglio 2012

L'incipit di Moshi moshi (Banana Yoshimoto)

Un regista ormai scomparso e che amavo molto, Ichikawa Jun, ha girato un film dal titolo Zawa zawa Shimokitazawa.
È un film che ho guardato non so quante volte a casa dei miei, sola e a notte fonda, quando cercavo il coraggio per trasferirmi a Shimokitazawa. Volevo che il mio corpo assorbisse Shimokitazawa: solo allora mi sarei sentita sicura.
Nel film c’è una scena in cui la pianista Fuzjko Hemming parla di quel quartiere. Il suo racconto comincia nel momento in cui la si vede camminare e fare spese al mercato di fronte alla stazione.
“Se alcune volte l’aspetto caotico di questo quartiere, costruito senza alcun criterio, al solo fine di guadagnare spazio, appare gradevole, è forse perché di fatto ricorda la parte bella dell’inconscio delle persone, la loro disordinata scompostezza.

domenica 22 luglio 2012

«Sumo» interiore (di Gian Carlo Calza)

tratto da La Domenica del Sole 24 Ore del 22 luglio 2012

E poi, romanzo della maturità di Natsume Soseki (1867- 1916) lo scrittore del Novecento più amato e apprezzato dal pubblico giapponese, è generalmente considerato la parte centrale di una trilogia ideale di cui, Sanshiro (1908) sarebbe il primo, e Il portale (1910) il terzo. Soseki lo pubblicò nel 1909 dopo averlo fatto uscire a puntate sul quotidiano «Asahi» secondo la procedura consueta. Esce ora nella traduzione di Antonietta Pastore per i tipi di Neri Pozza a cui va il merito di aver ripreso in Italia la diffusione di questo autore ineguagliato. La trilogia è da considerare tale in senso spirituale più che formale e si basa sullo sviluppo interiore dei protagonisti piuttosto che su una progressione di saga familiare o su un divenire storiografico. Soseki vi si impegnò a lungo a preparare le trame e soprattutto a studiare i caratteri dei personaggi.

Fang Lijun. Il precipizio sopra le nuvole

Torino, GAM, fino al 30 settembre 2012

La GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino inaugura la programmazione estiva dedicando gli spazi espositivi alla prima grande mostra personale in Italia dell'artista cinese Fang Lijun (Handan, Cina, 1963, vive e lavora a Pechino).  
Artista acclamato nel suo paese, Fang Lijun è stato uno dei principali esponenti del Realismo Cinico, tendenza sviluppatasi in Cina nel corso degli anni ‘90 e concentrata sull’analisi della storia socio-politica cinese nel corso del Novecento, con particolare riferimento alla Rivoluzione Culturale, fino all’attuale boom economico, trattata con umorismo e ironia taglienti e aggressivi.  

sabato 21 luglio 2012

Dei del Giappone tradizionale

Strutture ideologiche indoeuropee nei miti dello Shinto
di Castrese Cacciapuoti

Il Cerchio iniziative editoriali

Uno studio davvero approfondito e di facile lettura sui "Kami" giapponesi e non solo, di cui impariamo i vari significati e l'etimologia nell'interessante introduzione "Alcune precisazioni sul termine Kami".
Il volume è strutturato in due parti. Nella prima l'autore si focalizza sulle funzioni dei miti in Giappone, partendo dalle origini dei simboli del potere sovrano del Tenno.
Tra i capitoli più interessanti vi è sicuramente La struttura tripartita dei miti e del culto dei Kami.

venerdì 20 luglio 2012

Videoarte made in China


Il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato in collaborazione con il Minsheng Art Museum di Shanghai presenta la prima grande mostra sulla storia della video arte cinese: Moving Image in China 1988 - 2011. Una selezione di oltre quaranta opere che ne raccontano la nascita e gli sviluppi, dal primo video realizzato da Zhang Peili a fine anni Ottanta, fino a una delle ultime grandi produzioni della star internazionale Yang Fudong.

mercoledì 18 luglio 2012

Fiabe dalla Mongolia

a cura di ALDO COLLEONI
e PEA DESANTIS


I Mongoli sono nomadi e vivono a stretto contatto con la natura in tutte le sue manifestazioni. Si spostano di continuo seguendo le grandi mandrie di cavalli e cammelli, e possono trasportare solo le poche cose essenziali per la propria sopravvivenza. Per questo stile di vita nomadico, il sapere viene tramandato dai padri ai figli non in forma scritta ma sotto forma di racconti durante le lunghe e fredde notti che trascorrono nelle loro tende. Le fiabe che vi presentiamo sono tra quelle che da molti secoli i nonni raccontano ai nipoti.

A L D O C O L L E O N I
Fondatore e Presidente dell’Associazione Nazionale Italia – Mongolia e Console Onorario di Mongolia in Italia, è docente e autore di numerose ricerche e pubblicazioni sulla Mongolia.

martedì 17 luglio 2012

Junk Love di Chaemin

IL NUOVO ROSA A FUMETTI ARRIVA DALL'ORIENTE

Si sono conosciuti in chat. Lei una modella, lui un ex studente in crisi di identità. Diario di un amore fragile e senza passione, “acceso” solo dal sesso e dai pasti take-away consumati insieme. Da Seul, Corea, il sorprendente e poetico graphic novel di un'autrice emergente di grande talento che narra "l'amore-spazzatura" e la generazione disorientata dei ventenni.

“Si è piazzato a casa mia da più di una settimana. Spende i miei soldi, usa le mie cose e approfitta del mio corpo”.

Lui e lei. Due ventenni a Seul, smarriti e in cerca di identità, il cibo take-away e il sesso come uniche consolazioni. Diario di un amore fragile, ai tempi della precarietà in cui tutto si consuma.

Una love story contemporanea: l'opera di una brillante autrice, Chaemin, nuova stella emergente dei Manhwa (i fumetti in Corea).

lunedì 16 luglio 2012

Ore d'ozio

di Kenko Yoshida

Consigli di lettura per l'estate

Novità Economica Universale Feltrinelli - Collana Oriente

In questa raccolta di pensieri scorrono, come un vento vivificante, tutto il fascino e tutta la saggezza del buddhismo zen. L’ozio di Kenko, uno dei più grandi scrittori giapponesi d’epoca classica, non è certo inattivo. È un otium che consente di assaporare la vita, il tempo, la natura, le cose più semplici. “Quando mi abbandono con calma ai miei pensieri, non posso impedire ch’essi siano dominati dal ricordo nostalgico di mille cose del passato. Mentre tutti dormono, io passo il tempo, nelle lunghe notti, mettendo in ordine le cose che ho a portata di mano; e quando, strappando vecchie carte inutili che non ho alcuna intenzione di conservare, scopro esercitazioni calligrafiche o pitture eseguite per diletto da qualcuno che ora non è più, mi pare di rivivere quei momenti lontani.

domenica 15 luglio 2012

Concorso Quota 1000

Condividi con noi la tua foto e vinci!

Ha inizio oggi il secondo concorso della Biblioteca dell'Estremo Oriente!  
Grazie a tutti voi che ci seguite, dopo pochi mesi di vita siamo già arrivati a 1000 Mi Piace sulla pagina Facebook!

(La nostra foto: ovviamente fuori concorso...)

Come partecipare al Concorso Quota 1000:

1. Prendi dalla libreria o dalla biblioteca il tuo libro "orientale" preferito o che ti ha particolarmente colpito.

venerdì 13 luglio 2012

Legno sacro - Recensione

Molto tempo fa ...il carbone veniva chiamato "legno sacro"
di Anna Maria Pelella

Voto: 4/5
 
uno sguardo impietoso alla Cina rurale, quella dei poveracci che si spostano di villaggio in villaggio in cerca di lavoro, e di altri poveracci, dalla mente criminale, che uccidono per pochi soldi...
le miniere di carbone sono lo sfondo di questo ennesimo racconto di sfruttamenteo e di disperazione,
la storia è dura e i personaggi sgradevoli,
chiunque si arroghi il diritto di uccidere un suo simile difficilmente troverà giustificazioni o comprensione negli altri, in questo caso il lettore che, complice per il solo fatto di assitere alla messinscena e per aver seguito fino in fondo questi due farabutti, si sente inorridito dalle motivazioni e dall'infinita tristezza di una così spiacevole modalità di guadagnarsi il pane...

giovedì 12 luglio 2012

Cina: High tech, low life

di Stephen Maing. Stati Uniti/Cina, 2012, 87′
Anteprima italiana

Due blogger attraversano la Cina, nel pieno della crescita economica, a caccia di notizie trascurate dai mezzi d’informazione ufficiali. Armati di portatili, cellulari e telecamere, devono aggirare la censura senza superare il confine tra libertà d’espressione e dissidenza. “Tiger Temple”, 57 anni, racconta il mondo che lo circonda senza dimenticare la storia cinese recente. “Zola”, 27 anni, con il suo stile provocatorio, vuole diventare una celebrità sul web. I loro percorsi offrono un ritratto originale della società e del sistema dell’informazione cinese contemporaneo e invitano a una riflessione sul ruolo del giornalismo nell’era dei social network.

martedì 10 luglio 2012

La “tribù dei topi” di Pechino


La vita sommersa nel mondo sotterraneo di Pechino: piccole tane, anche tre o quattro piani sotto terra, per le “Rat Tribes” nella metropoli. Ecco come vivono i migranti rurali e gli operai con basso salario che non possono pagare l’affitto di una stanza in superficie. Una vita senza tempo. Dove notte e giorno si alternano senza soluzione di continuità



lunedì 9 luglio 2012

L’ALTRA KOREA - Pyong Yang: a pranzo con Kim Il Sung

di Giorgio Blasco
Campanotto Editore

Korea del Nord. A volercisi recare, non è certo sufficiente il decederlo così, di punto in bianco, svegliandosi una mattina con quest’idea nella mente.
Giorgio Blasco, che su invito delle autorità locali ha avuto la possibilità di visitare il Paese in occasione di alcune edizioni del Festival Internazionale dell’Amicizia e delle Arti di Pyong Yang, descrive senza prevenzioni e con sensilità da musicista - capace di cogliere particolari e sfumature apparentemente insignificanti - quella realtà lontana e ancora sconosciuta ai più, filtrandola attraverso le molte esperienze ed impressioni personali ricavate durante la sua permanenza in quello che, dopo la caduta del muro di Berlino, è rimasto uno degli ultimi caposaldi a regime comunista.
La narrazione, intervallata da una serie di riflessioni, si svolge in forma di cronaca di viaggio e propone - un flash dopo l’altro - episodi interessanti di vita quotidiana alternati a momenti, anche surreali ed a volte umoristici, di cui l’autore è stato diretto protagonista.

domenica 8 luglio 2012

Scoprire Kyoto (con un libro)

Tempo di festa a Kyoto. Luglio è il mese del "Gion Matsuri", il festival di Gion, nato nell'869 per debellare un'epidemia. E' un'occasione unica per scoprire la città, soprattutto durante la sfilata dei carri del 17.
In alternativa, per chi è attratto dall'antica capitale imperiale, c'è la letteratura.
Le concubine floreali (Marsilio) è un classico anonimo del XII secolo ambientato proprio in quelle vie.
di Annachiara Sacchi (La Lettura del Corriere della Sera)


1Q84 Libro 3. Ottobre-dicembre

Sono state da poco rese note le specifiche della terza parte (i primi 2 volumi sono stati pubblicati da Einaudi in un unico libro) dell'ultimo romanzo di Haruki Murakami.


“Zombie Nikki” (Zombie Diary)

di Mamoru Oshii

Mamoru Oshii alterna l’attività di regista a quella di scrittore e pubblica il nuovo romanzo, ambientato in una Tokyo post-apocalisse e popolata di zombie.

E' uscito in Giappone (speriamo presto anche in Italia) l’ultimo romanzo firmato da Mamoru Oshii, regista di animazione giapponese noto per aver curato opere come “Ghost in the Shell” e “The Sky Crawlers”.
Zombie Nikki” (Zombie Diary), questo il titolo dell’opera, è edito da Kadokawa Haruki, che ha messo in vendita il volume di 208 pagine al costo di 1470 yen.

sabato 7 luglio 2012

L'arte di correre di Haruki Murakami

Consigli di lettura per l'estate

«Una riflessione sulla corsa, ma anche un saggio sulla scrittura.»
Corriere della Sera

Lo straordinario autoritratto di uno scrittore-maratoneta.


Un viaggio chiamato vita

di Banana Yoshimoto
nuova edizione Universale Economica Feltrinelli

Un viaggio, per quanto terribile possa essere, nel ricordo si trasforma in qualcosa di meraviglioso. La vita è un viaggio, e come tutti i viaggi si compone di ricordi. In questo libro, Banana Yoshimoto raccoglie preziosi frammenti di memoria e ci porta con sé, lontano nel tempo e nel mondo. Dalle emozioni del primo amore alla scoperta della maternità, dalle piramidi egiziane alla To¯kyo¯ degli anni settanta. Con la consueta leggerezza della sua scrittura, ricostruisce le emozioni dell’esistenza a partire da un profumo, da un sapore, da un effetto di luce o dal rumore della pioggia e del vento. È così che una pianta di rosmarino ci trasporta da un minuscolo appartamento di To¯kyo¯ al tramonto luccicante della Sicilia, e un contenitore pieno di alghe diventa l’occasione per esplorare il dolore di una perdita.

giovedì 5 luglio 2012

Hokusai - Il manga

Un manga di Shotaro Ishinomori
J Pop Edizioni
Pagine: 592
Acquista cliccando qui

Hokusai è un personaggio veramente enigmatico. I suoi mutamenti di nome ne sono una dimostrazione, ma va soprattutto sottolineato come egli, traslocando più di novanta volte e girovagando a lungo per i vari paesi, abbia vissuto fino a novant'anni in un’epoca pericolosa, in cui la vita ne durava in media cinquanta, e abbia lasciato numerosi dipinti caratterizzati dagli stili pittorici più diversi.

martedì 3 luglio 2012

"Il maestro di go" di Kawabata Yasunari

In uscita il 10 luglio 2012

Una sfida mortale, una malinconica meditazione sul senso della vita. 

Contributi di Raffaele Rinaldi
A cura di Cristiana Ceci 
«L'invincibile maestro aveva perso l'ultima partita della sua vita e avrebbe dunque dovuto essere proprio lui il primo a lasciare quel luogo, per riposarsi dalla tensione della gara e dalla malattia, partendo al piú presto. Ma cosí non fu. Egli era lontano, in pace (...) Me lo immaginavo seduto in un qualche luogo, imperturbabile, in nulla diverso dal solito, lasciando all'immaginazione altrui il senso di depressione e sconforto, a lui estraneo».

lunedì 2 luglio 2012

La leggenda dei cinque monti sacri

"Le antiche leggende cinesi"

Dopo la creazione dell’umanità da parte della madre Nuwa, il mondo era in pace. Un giorno però terra e cielo si urtarono, provocando una fessura nel cielo e crolli sulla terra, da cui fuoriuscirono fiamme che bruciarono le foreste; l’acqua sgorgò a fiotti dalle profondità, allagando la terra fino alle cime dei monti; mostri e fiere tormentavano l’umanità, che si trovava fra vita e morte.
La madre Nuwa, udito il richiamo di aiuto dell’umanità, sterminò prima i mostri e le fiere e pose fine alle alluvioni, quindi mise mano al progetto di riparazione del cielo.

domenica 1 luglio 2012

NonNonBâ - Storie di fantasmi giapponesi

il capolavoro di Shigeru Mizuki

vincitore nel 2007 del premio alla Miglior Opera al Festival del fumetto di Angoulême.

“Era il sesto anno dell’era Showa, ormai più di sessant’anni fa. Noi ragazzi passavamo le giornate ad azzuffarci... erano scontri violentissimi, senza tregua. Di notte invece trovavo rifugio in mondi immaginari. Mondi fantastici, paradisi bizzarri e alieni. Disegnavo intonando melodie improvvisate sul momento, provavo una gioia indescrivibile nel cuore. […] La vita è strana... la mia passione per i dipinti di fantasmi è nata senza nessun motivo particolare, e alla fine è stata la mia salvezza... per questo Dio ti ringrazio, anche se non sei mai esistito.”
Shigeru Mizuki

Sentimenti dal Giappone

di Massimo Soumarè
(da L'Indice dei libri del mese)

Una mamma rock e il sacchetto della felicità
 
Mitsuyo Kakuta, nata nel 1967 nella città di Yokohama della prefettura di Kanagawa, è una nota e importante scrittrice giapponese che si è laureata all'Università Waseda specializzandosi in letteratura. Esordisce durante il periodo degli studi universitari scrivendo e pubblicando romanzi per adolescenti con lo pseudonimo di Anzu Saikawa (pratica questa non rara in Giappone; molti autori utilizzano degli pseudonimi che, con il tempo, possono anche cambiare) e vincendo nel 1988 l'undicesima edizione del Gran premio Cobalt novel per la letteratura giovanile. Tuttavia è il 1990 a segnare una svolta importante nella sua carriera. In quell'anno, infatti, con Kôfukuna yûgi (Un gioco felice) debutta con il nome di Mitsuyo Kakuta aggiudicandosi la nona edizione del Premio letterario per esordienti Kaien e cominciando a scrivere romanzi rivolti a lettori adulti. È l'inizio di una carriera sfolgorante che negli anni seguenti la porterà ad aggiudicarsi altri nove importanti premi letterari e a divenire un'autrice di best-sellers.