venerdì 30 novembre 2012

Onnazaka, il sentiero nell'ombra

di Fumiko Enchi

L'ombra che muove gli alberi nella notte


Non si fa mai caso all'ombra, è l'esatto opposto della luce, ed è in quella che le donne del periodo si muovevano...
silenziose e inevitabilmente compiacenti dovevano assecondare il volere del loro padrone, perchè è quello che è un marito in Giappone, a volte anche oggi, un padrone...
quindi occorreva accettare le concubine, cameriere personali e qualsiasi altra scappatoia pur di evitare che il marito mettesse le mani su una geisha, che all'epoca avevano tutti gli strumenti per irretire chiunque e quindi temibilissime per una moglie tradizionale, che era stata educata a condurre la casa e a servire il marito, certo non agli strumenti del piacere che invece le professioniste studiavano sin da piccole...

ma Tomo ha un'anima di ferro e la sua ombra anche se calpestata non svanisce con il ritorno dell'alba
semplicemente lei accetta il suo destino, ma non si piega, evita solo di spezzarsi seguendo il fluire del vento...

"Aveva ricevuto in pieno su di sé il grido dei veri sentimenti della moglie, soffocati a viva forza per quarant'anni: un grido che aveva prodotto un'eco tanto forte, da incrinare per sempre il suo arrogante egoismo"

di Anna Maria Pelella

Scopri di più sull'autrice del libro, Fumiko Enchi, cliccando qui

Il Libro:

  • Brossura: 219 pagine
  • Editore: Giunti Editore (gennaio 1994)
  • Collana: Astrea
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8809202538

Nessun commento:

Posta un commento