sabato 29 settembre 2012

Tibet verita' nascoste



di Roberto Rivola
Introduzione di Pio D’Emilia
Prefazione di Francesco Donati
Il Cerchio iniziative editoriali


Questo libro, dedicato a tutti i Tibetani morti nell’anonimato, si apre con un' introduzione di Pio D’Emilia, corrispondente dall’Estremo Oriente di SKY TG 24, che attraverso il suo lavoro è riuscito a sentire propria la tragedia tibetana, questa violenta oppressione, raccontata divinamente da Roberto Rivola, che ormai da troppi anni il governo cinese effettua nei confronti di uno dei popoli più pacifici del pianeta, il Tibet.

L’autrice Roberto Rivola e la moglie, giunti a Dharamsala per ricevere gli insegnamenti del Dalai Lama, si ritrovano all’improvviso in una città trasformata, dove i negozi vengono chiusi e la gente cammina per le strade con in mano delle candele. Gli abitanti del “Piccolo Tibet”, come viene chiamata Dharamsala, stavano protestando in quanto alcuni tibetani, ancora residenti nella propria terra, hanno gridato “Lunga vita al Dalai Lama!” in occasione dell’anniversario dell’invasione cinese. Furono poi assaliti, picchiati selvaggiamente e rinchiusi in carcere dalle guardie.
Comincia così il lungo viaggio di Roberto Rivola, che ci accompagna alla scoperta di molte verità nascoste che ci lasceranno davvero esterrefatti. Veniamo a conoscenza di atrocità inimmaginabili al giorno d’oggi, causate dal governo cinese nei confronti del popolo tibetano, alla vigilia dei giochi olimpici di Pechino.
Il volume è inoltre accompagnato da molte foto a colori e in bianco e nero che rendono ancor più vivo il racconto. Davvero consigliato.

Dal sito dell’editore:
Il racconto di un viaggio in “ricerca spirituale” di una giovane coppia che si è trovata a Dharamsala proprio nel periodo in cui sono cominciate le proteste causate dall’ennesimo sopruso in Tibet. L’Autore e la moglie Ivana hanno quindi deciso di prolungare il loro soggiorno per raccogliere ulteriori informazioni e dare una testimonianza pubblica. L’alternanza dei racconti, a volte emozionanti, a volte sorprendenti, a volte realmente raccapriccianti, contiene gli insegnamenti appresi durante la loro lunga permanenza. L’esposizione narrativa cerca di alleggerire il gran numero di atroci testimonianze raccolte, senza evitare polemiche come quella che riguarda i recenti Giochi Olimpici. I Tibetani superstiti, fuggiti dal Tibet, descrivono gli orrori ai quali sono stati spietatamente sottoposti. Testimonianze vere di torture troppo spesso nascoste o sottaciute. Un reportage di denuncia affinché resti ai posteri la testimonianza di una verità.


Il libro:
·  Brossura
·  Editore: Il Cerchio
·  Collana: Orientalia
·  Lingua: Italiano
·  ISBN-10: 8884742838
·  Acquista il libro cliccando QUI

Nessun commento:

Posta un commento