martedì 12 giugno 2012

L'àgape celeste. I riti di consacrazione del sovrano giapponese

di Fosco Maraini


Il 7 gennaio 1989 moriva il Tennò Hirohito, e, per quasi tutto il 1990, in Giappone si svolsero riti che riguardavano prima i funerali e la sepoltura del sovrano scomparso, poi la consacrazione del successore, Akihito. In questo libro Fosco Maraini analizza il significato del "Tennòsei", il sistema imperiale nel suo insieme, con tutto ciò che può significare per la vita spirituale, sociale, culturale e politica del Giappone, e che a noi occidentali consente di "vedere all'opera" - non in un remoto passato, ma alla fine del XX secolo - quella sacralità che conferisce la sovranità legittima e che Marc Bloch aveva potuto descriverci solo come un problema di "storia medievale".


Attraverso i riti di iniziazione di S.M.I. Akihito che furono officiati nel 1990, ci rende partecipi dell’occidentale sapere su ciò che questa millenaria istituzione rappresenta per il Giappone. Per meglio dire, come il Tennō rappresenti l’essenza delle radici del Giappone.

Per citare l’Autore, leggere queste pagine, permette di rivelare, come fanno le sventagliate di luce di un faro su onde e coste, vasti paesaggi interiori.

Chiedere ad un giapponese che cosa ne pensa del Tennō sei, cioè del sistema imperiale nel suo insieme, in genere è causa di riposte evasive, imbarazzanti perché, sempre per citare l’Autore nella sua prefazione, è un argomento di conversazione scomodo che d’improvviso li denuda, deprivandoli di quei sacri baluardi del sottinteso e del non-detto dietro cui amano defilarsi.

Nelle non molte pagine di questa trattazione che sta a metà fra la cronaca degli eventi che sancirono la transizione fra l’era Showa e quella Heisei, si respira un’aria mistica, arcaica, che stride con le modernità del Giappone di oggi e senza pietà Maraini evidenzia questi baratri culturali, ma al tempo stesso getta degli eterei ponti che uniscono inscindibilmente queste essenze del Paese dei Kami.

Le tre fasi fondamentali dell’iniziazione del Tennō (non è corretto definirlo con il termine di derivazione latina imperatore) Senso, Sokuirei e Daijōsai, vengono descritte da chi le ha vissute, per quanto possibile, in prima persona e ne è stato testimone oculare.

Parlando del Senso (occupazione del trono) e del Sokuirei (ascesa al rango - incoronazione) prevalgono gli aspetti descrittivi e, per così dire, sociali con le implicazioni sulla politica reale implicate nell’atto che sancisce la supremazia del Tennō; le modifiche introdotte rispetto al passato, i compromessi sul dove il Primo Ministro avrebbe dovuto lanciare i tre fatidici Banzai! (diecimila anni), i vari atteggiamenti della pubblica opinione giapponese, ecc.

Nel Daijōsai invece emerge la vera natura ancestrale della cerimonia, quella che lega il Tennō all’anima più arcaica del Giappone, che identifica nel Celeste (Ten ) Sovrano (ō ) il discendente vivente di Ninigi no Kimono, il dio nipote di Amaterasu che discese dal cielo per incivilire il popolo giapponese.

Riti antichissimi, assai complessi nella loro semplicità, a volte non completamente noti, ma che incontrovertibilmente sanciscono la transizione del vecchio nel nuovo, la reviviscenza dello spirito degli antichi padri nel figlio, la fusione dell’antico nel nuovo, in una parola … la quintessenza dell’anima giapponese!

Brossura: 149 pagine
Editore:
Luni
ACQUISTA il libro cliccando QUI

Nessun commento:

Posta un commento