martedì 17 aprile 2012

E Poi di Natsume Soseki - La recensione

L'indolenza come stile di vita e la modernità che bussa alla porta 

Voto: 5/5
Daisuke vive di sè stesso
è concentrato sul suo piacere e disprezza la sua famiglia,
mentre suo padre e suo fratello lo sostengono economicamente,
la sua dipendenza economica non gli pare abbastanza per decidersi a trovare un lavoro, e disprezza quelli che lavorano per mangiare giudicando di poco valore il lavoro fatto per soddisfare una pulsione materiale
quello di cui non si accorge è che lui stesso dipende dal lavoro degli altri...
ma un giorno assiste impassibile alla nascita di un sentimento, una cosa a lui del tutto estranea si impianta nel suo cuore e là mette radici
sarà abbastanza per indurlo a prendere finalmente una direzione?

il conflitto, dello stesso Soseki e di un'intera generazione di giapponesi, tra il rispetto della tradizione e l'avvento della modernità che prorompe dopo la Restaurazione Meiji, tradotto in poesia e ridotto all'osso, com'è tradizione dei grandi letterati giapponesi
ogni descrizione è pura poesia, e i sentimenti negati irrompono nella narrazione sotto forma di immagini
la letteratura giapponese del passato ha molto da insegnare a quella contemporanea, di cui sono pochi i rappresentanti significativi
la poesia in alcuni casi è rimasta, ma svuotata del senso originale e motore di ogni cosa: il sentimento
se penso alle lagne della Yoshimoto mi viene una voglia irresistibile di indurla a leggere e studiare la letteratura del passato della sua stessa nazione, di cui lei ha preso solo le forme, e tralasciato del tutto il contenuto, svuotandola di significato e imbrogliando milioni di persone che, fuori dal Giappone, non sanno che la letteratura giapponese è molto più di banali descrizioni e stupide scoperte emotive adolescenziali...
qui è poesia allo stato puro e nessuno, tranne forse in alcuni momenti Murakami Haruki, sembra averne ereditato lo spirito...

Anna Maria Pelella
 
Per saperne di più sul libro clicca QUI

Nessun commento:

Posta un commento