mercoledì 1 febbraio 2012

Anteprima "Storia proibita di una geisha" di Mineko Iwasaki

Esisteva una volta nel meraviglioso Giappone un mondo misterioso e poetico, delicato e pur crudele, intimo e pur esposto, ma sempre assolutamente affascinante. Era il mondo fluttuante, l'Ukiyo-e, in cui si muovevano quelle figure ancora oggi così ammantate di mistero chiamate geishe. A illuminare le loro vite, la loro realtà, i loro cuori, è Mineko, la più famosa geisha (o più correttamente geiko) della sua generazione, che ha scritto a cuore aperto un'autobiografia, regalandola poi al mondo che, affascinato eppur confuso, rimaneva affacciato alle finestre delle ochaya (case da thè) e delle ukiya (gli alloggi in cui vivevano le geishe) affamato di ispirazione, eleganza, verità e dettagli. Arthur Golden si ispirò proprio alla storia di Mineko per scrivere il suo incredibile Memoires of a Geisha (1997); ma con Storia proibita di una geisha entriamo nell'anima di questa donna, e conosciamo la sua vita e il mondo dei salici piangenti attraverso i suoi occhi e il suo cuore. Imperdibile! In libreria dal 02 febbraio grazie a Newton Compton editore.

“Vivere momento per momento, volgersi interamente alla luna, alla neve, ai fiori di ciliegio e alle foglie rosse degli aceri, cantare canzoni, bere sake, consolarsi dimenticando la realtà, non preoccuparsi della miseria che ci sta di fronte, non farsi scoraggiare, essere come una zucca vuota che galleggia sulla corrente dell’acqua: questo, io chiamo ukiyo” Asai Ryoi - Racconti del mondo fluttuante (Ukiyo monogatari)
 
Titolo originale: Geisha. A life   
Autrice: Mineko Iwasaki  
Co-autore: Rande Brown  
Casa editrice: Newton Compton  
Pagine:320  
Prezzo: 9,90  
Data uscita: 02 febbraio 2012  
Trama: Mineko è una bambina schiva e solitaria quando alla tenera età di cinque anni viene allontanata dalla sua famiglia: l’anziana Madame Oima, direttrice di un’okiya, una casa per geishe di Kyoto, ha infatti deciso di farne la propria erede. Comincia così per Mineko una lunga e impegnativa formazione: estenuanti lezioni per apprendere antichi passi di danza, per imparare a suonare gli strumenti della tradizione e per acquisire tutti i segreti di quel cerimoniale rigido e severo che rende le geishe maestre di etichetta, eleganza e cultura. La ragazza s’immerge nello studio e non si concede alcuna distrazione, pur di realizzare il suo unico grande sogno: essere la migliore danzatrice del Giappone. E gli sforzi non saranno vani: Mineko Iwasaki diventa infatti la geisha più brava, ricercata e corteggiata di tutto il Paese. Testarda e fiera, si muove a proprio agio in un mondo che non ammette ribellioni, fino a quando, un giorno, decide di infrangere le regole austere sulle quali è fondata tutta la sua esistenza. Coraggiosa e intraprendente, abbandona le convenzioni che non le hanno permesso di vivere in maniera autentica e sceglie di tornare a essere semplicemente una donna. Con eleganza, ironia e leggerezza, Mineko ci accompagna attraverso le trame e i segreti di una cultura millenaria, restia a svelarsi, osando strappare il velo di pudore che da sempre avvolge un universo frainteso.

«La prima geisha a squarciare il velo del silenzio. Il lettore finisce per calarsi nei panni di clienti e mecenati e se ne resta lì a osservare una donna bellissima ed elegante, che conversa amabilmente e che non lascia mai trasparire la propria vulnerabilità.»
Publishers Weekly

«Un importante sguardo su un piccolo mondo sconosciuto: una prospettiva intima sulla cultura giapponese.»Kirkus Reviews

ESTRATTO Sono in grado di individuare il momento esatto in cui le cose sono cominciate a cambiare. Avevo appena compiuto tre anni. Era un freddo pomeriggio d’inverno. I miei genitori avevano un’ospite. Una donna. Una donna molto anziana. Ero timida con le persone che non conoscevo e mi nascosi nell’armadio non appena lei varcò la soglia di casa. Me ne stavo seduta al buio ad ascoltare i loro discorsi. C’era qualcosa di stranamente irresistibile in quella signora. Il modo in cui parlava mi affascinava. Il nome dell’ospite era Madame Oima. Era la proprietaria dell’okiya Iwasaki a Gion Kobu ed era venuta a chiedere se mia sorella Tomiko era interessata a diventare una geiko.

 

L'AUTRICE Mineko Iwasaki è nata nel 1949. È considerata la più famosa geisha del suo tempo. Si è ritirata giovanissima, a 29 anni, proprio quando era giunta al culmine del successo. Vive in un quartiere periferico di Kyoto, insieme alla sua famiglia.

Fonte

Nessun commento:

Posta un commento